Vendersi

Vendersi

Vota questo articolo
(0 Voti)
Cosa facciamo al colloquio di lavoro?
Cerchiamo di presentarci al meglio, di venderci al prezzo più alto possibile. E se siamo dall'altra parte della scrivania, cioè dobbiamo selezionare il personale per un'azienda? Il compito è speculare: dobbiamo accertarci che a una buona presentazione  "cioè ad una bella facciata" corrisponda della sostanza altrettanto positiva. Dobbiamo evitare di farci rifilare dei "bidoni"; dobbiamo essere acquirenti accorti.

Se sei un candidato ricorda che in qualunque nuovo incontro la prima impressione, quella che ci formiamo nei primi 90 secondi, è la più forte; quindi una stretta di mano debole, o uno sguardo sfuggente, o un viso preoccupato ti taglierebbero le gambe in partenza. Sorridi, guarda l'interlocutore negli occhi per circa il 70% del tempo, tenditi leggermente in avanti, mostrati rilassato. E tu, selezionatore, non lasciarti abbagliare dalla prima impressione: ci sono persone capaci che sotto stress cedono all'emotività e appaiono meno valide di quanto non siano.
Ogni candidato ha dei punti di forza e altri di debolezza: durante il colloquio cerca di sottolineare i primi e di glissare sui secondi. Ad esempio usando la tecnica del "ponte", molto usata agli esami: se ti fanno una domanda a cui non sai come rispondere, comincia a parlare senza scoprirti troppo e appena si presenta lo spunto cambia discorso. Non saltando di palo in frasca, ma sviluppando un ragionamento che colleghi quanto stai dicendo con l'argomento su cui vuoi spostarti. E il selezionatore verifichi se chi gli sta di fronte risponde a tono, e gli ponga delle domande-trabocchetto per verificare la sua sincerità.
Un suggerimento per entrambi: non raccontate bugie. Vengono scoperte: se non durante il colloquio dopo l'assunzione, il che è peggio. Per chi si è fatto assumere: la scoperta della sua menzogna puù portare a un conflitto con la direzione, che si convince d'avere preso la persona sbagliata, e quindi alla sua emarginazione. E per il selezionatore: se ha "conquistato" il candidato promettendogli vantaggi impossibili avrà inserito in azienda una persona che, sentendosi presa in giro, sarà demotivata. E l'azienda se la prenderà con il selezionatore, che non ha fatto la scelta giusta.

Accadde Oggi

Nasce - Mel Brooks (regista e attore: "Frankenstein junior" "Silent movie" "Che vita da cani!")
Il 28/6/1926

Curricula Ridicula

Il cacciatore

Nell'ultima battuta ho portato a casa 50 clienti.